Il Real Giulianova Società Sportiva Dilettantistica a r.l. (meglio noto come Real Giulianova, Giulianova o Giglie dai tifosi giuliesi), è una società calcistica italiana con sede nella città di Giulianova.

La società è stata rifondata nel 2016 con la nuova denominazione, e si pone come continuità sportiva dello storico Giulianova Calcio. I suoi colori sociali sono il giallo e il rosso, e disputa le partite casalinghe allo Stadio Rubens Fadini, impianto capace di ospitare sino a 4.347 spettatori.

Vanta una lunga e costante tradizione calcistica, avendo partecipato a 43 stagioni di calcio professionistico, di cui 25 di terza serie, tra le quali spiccano il 2º posto del 1972-1973 e gli spareggi play-off per la Serie B 1996-1997 e 1998-1999. Nel 1994 fu finalista dello scudetto dilettanti contro la Pro Vercelli (3-2;0-1). Il Giulianova, per la sua storia calcistica, è tra i club inclusi nel ranking nazionale di tradizione sportiva.

Nel palmares figurano, a livello nazionale, un campionato di Serie C2 (1979-1980) e due di Serie D (1970-1971, 1993-1994). Le altre promozioni sono state ottenute a seguito della vittoria dei play-off di Serie C2/Lega Pro Seconda Divisione (1995-1996, 2008-2009).

Degno di nota è il settore giovanile dei lupi giallorossi, che può fregiarsi di 10 titoli nazionali e ha lanciato decine di calciatori in massima serie.

Nella stagione 2018-2019 milita in Serie D, quarto livello del campionato italiano di calcio.

Costruito nel 1923, ha di certo rappresentato nel corso degli anni uno dei maggiori (se non il maggiore) punti di forza della compagine abruzzese, che ha sempre potuto contare su di un pubblico a ridosso del campo. A tal proposito fu popolarmente denominato “Lu callarò” (il calderone), poiché quando era pieno, si diceva ribollisse.

Lo stadio, dopo aver abbandonato nel dopoguerra il nome Castrum, risalente al periodo fascista, assume il nome più generico di Comunale. Fu nel 1951 che assunse la denominazione attuale di Rubens Fadini, in ricordo del giocatore perito, insieme con gli altri atleti dell’indimenticabile Grande Torino, nella nota Tragedia di Superga del 4 maggio 1949. La scelta del nome del giocatore fu affidata all’estrazione da un’urna. Lo stadio contiene 4.347 posti, di cui solo 1.996 omologati.

Caratteristiche tecniche Fadini. Fonte: Wikipedia.
LA NOSTRA STORIA

Il Real Giulianova Società Sportiva Dilettantistica a r.l. (meglio noto come Real Giulianova, Giulianova o Giglie dai tifosi giuliesi), è una società calcistica italiana con sede nella città di Giulianova.

La società è stata rifondata nel 2016 con la nuova denominazione, e si pone come continuità sportiva dello storico Giulianova Calcio. I suoi colori sociali sono il giallo e il rosso, e disputa le partite casalinghe allo Stadio Rubens Fadini, impianto capace di ospitare sino a 4.347 spettatori.

Vanta una lunga e costante tradizione calcistica, avendo partecipato a 43 stagioni di calcio professionistico, di cui 25 di terza serie, tra le quali spiccano il 2º posto del 1972-1973 e gli spareggi play-off per la Serie B 1996-1997 e 1998-1999. Nel 1994 fu finalista dello scudetto dilettanti contro la Pro Vercelli (3-2;0-1). Il Giulianova, per la sua storia calcistica, è tra i club inclusi nel ranking nazionale di tradizione sportiva.

Nel palmares figurano, a livello nazionale, un campionato di Serie C2 (1979-1980) e due di Serie D (1970-1971, 1993-1994). Le altre promozioni sono state ottenute a seguito della vittoria dei play-off di Serie C2/Lega Pro Seconda Divisione (1995-1996, 2008-2009).

Degno di nota è il settore giovanile dei lupi giallorossi, che può fregiarsi di 10 titoli nazionali e ha lanciato decine di calciatori in massima serie.

Nella stagione 2018-2019 milita in Serie D, quarto livello del campionato italiano di calcio.

LO STADIO RUBENS FADINI

Costruito nel 1923, ha di certo rappresentato nel corso degli anni uno dei maggiori (se non il maggiore) punti di forza della compagine abruzzese, che ha sempre potuto contare su di un pubblico a ridosso del campo. A tal proposito fu popolarmente denominato “Lu callarò” (il calderone), poiché quando era pieno, si diceva ribollisse.

Lo stadio, dopo aver abbandonato nel dopoguerra il nome Castrum, risalente al periodo fascista, assume il nome più generico di Comunale. Fu nel 1951 che assunse la denominazione attuale di Rubens Fadini, in ricordo del giocatore perito, insieme con gli altri atleti dell’indimenticabile Grande Torino, nella nota Tragedia di Superga del 4 maggio 1949. La scelta del nome del giocatore fu affidata all’estrazione da un’urna.

Lo stadio contiene 4.347 posti, di cui solo 1.996 omologati.

Caratteristiche tecniche Fadini. Fonte: Wikipedia.
GALLERY